Filtrazione

La gamma di accessori per batterie filtranti, necessari al corretto funzionamento dei filtri, comprende

Pressostato differenziale scala 0-10 bar: per filtri e batterie filtranti a graniglia. Il graduale accumulo di sporcizia nel letto filtrante causa un incremento del differenziale di pressione attraverso il filtro; il sensore di pressione comanda l'inizio del controlavaggio, quando la pressione raggiunge un valore prestabilito. Esso si installa sul collettore in uscita/scarico della batteria filtrante.

Graniglia di quarzo in sacchi da 25 kg granulometria 0,2-1,2 o 1,5-2,2: graniglia di varia granulometria per riempimento dei corpi filtranti. Anche se in agricoltura viene maggiormente usata la sabbia, i letti filtranti possono essere di varia natura, come ghiaia, carbone attivo, antracite e basalto.

Centraline AC/DC per il controlavaggio a 2-4-6 stazioni: la pulizia dei filtri o delle batterie filtranti viene effettuata con il controlavaggio; l'acqua pressurizzata attraversa il letto filtrante in direzione opposta a quella di filtrazione, causando la sospensione delle particelle che costituiscono il letto filtrante e determinando la rimozione dello sporco. La sporcizia rimossa viene espulsa dal filtro attraverso la valvola di controlavaggio. I cicli di controlavaggio possono essere avviati da una di queste condizioni:

  1. segnale da parte del pressostato;
  2. intervallo temporale preimpostato;
  3. avvio manuale.

Elettrovalvola in plastica per il controlavaggio: si utilizza in abbinamento alle stazioni di controllo / centraline-controlavaggio; per filtri a sabbia, a graniglia, a dischi o a rete, singoli o in batteria. La valvola per il controlavaggio chiude l'ingresso del filtro, deviando l'acqua filtrata nella direzione opposta del flusso facendola passare attraverso gli elementi filtranti fino allo spurgo residuo di filtrazione.